Capelli come fare le onde ai capelli a casa

Capelli-come-fare-le-onde

Come fare le onde con i tuoi ricci

“Hai dei bei capelli”, sorride Adhuna Bhabani, fondatrice e direttrice creativa della catena di negozi BBlunt, qui in città per il lancio di un salone.

Questo è il primo La maggior parte dei parrucchieri offre una serie di commenti poco lusinghieri ogni volta che devono tagliarsi i capelli.

I miei capelli, un incrocio tra quelli di Dolly Parton e Raggedy Ann, non sono certo il mio coronamento. In una brutta giornata e oggi ce n’è uno, un paio di uccelli possono nidificare nelle mie chiusure fly-up, a tendenza crespo.

Il problema, dice Bhabani, non sono i capelli, ma il modo in cui viene gestito. “I capelli ricci sono molto speciali e devono essere rispettati”, dice, offrendo una manciata di consigli: mai tagliare la pressione; utilizzare gli strati per ridurre la compattezza; non usare un pennello per pettinarlo, solo le dita; utilizzare un prodotto per lo styling a base di crema …

“I parrucchieri, nel complesso, hanno davvero bisogno di imparare a gestire i capelli ricci. Noi di BBlunt, però, lo adoriamo “, sorride.

I suoi capelli, un caschetto asimmetrico e strutturato con riflessi biondi e onde affettate, sono eleganti, chic e molto lusinghieri; non un ricciolo randagio in vista. “Sì, i miei capelli non sono ricci. Ma i riccioli corrono in famiglia “, sorride. Aggiunge che sua sorella gemella e una delle sue figlie possiedono riccioli selvatici, “così è bello sapere come gestire i riccioli nel modo giusto”.

Abbracciare e creare la migliore versione di te stesso è ciò in cui crede Bhabani. Ciò significa personalizzare il taglio per chi lo indossa, piuttosto che cercare di creare un modello di taglio perfetto per capelli. “C’è una tecnica e una metodologia per tagliare i capelli che non cambia naturalmente. L’arte di tagliare i capelli significa prendere quella tecnica e personalizzarla. Non tagliare, copiare, incollare; costruiamo i capelli per l’individuo “, dice.

Fare il taglio

Aveva tutti quattordici anni quando ha sviluppato un fascino per i capelli, dice Bhabani, nato nel Regno Unito. “Mia madre era orgogliosa dei suoi capelli e visitava regolarmente questo particolare salone. Vorrei andare con lei “, sorride Bhabani.

Amava il fatto che “creare qualcosa di carino con i capelli di qualcuno può farli sentire così bene” e ha iniziato a lavorare part-time in salone in estate e dopo la scuola. Una volta finita la scuola, si unì a loro a tempo pieno. “Ho costruito la mia carriera da lì”, dice.

È stata fondata nel Regno Unito per molti anni: lavorando con i produttori di prodotti, e anche dilettandosi in acconciature competitive. Nel 1994, è venuta in India e ha iniziato il suo primo salone, con un marchio diverso, a Mumbai con suo fratello, Osh Bhabani. La catena BBlunt è iniziata nel 2004; ora ha ampliato a oltre 20 saloni in tutto il paese. “Se tutto andrà bene, avremo 26 anni entro la fine dell’anno”, sorride.

Nel 2013, GCPL Godrej Consumer Products Limited ha acquisito una partecipazione del 30% nella società. Hanno lavorato insieme per lanciare una gamma di prodotti esclusivi per la cura dei capelli: condizionatori, shampoo, maschere, gel per lo styling, colori e altro ancora. “È un sogno che diventa realtà”, dice Bhabani, che lavora a stretto contatto con il team di ricerca e sviluppo di Godrej.

Pazzia cinematografica

Il tentativo di Bhabani con Bollywood, con Dil Chahta Hai nel 2001, è stato più che un semplice momento della sua carriera; ha cambiato il volto del parrucchiere indiano in molti modi. Dai ricci indisciplinati di Preity Zinta alle brevi punte di Aamir Khan, le acconciature del film hanno spinto la busta.

“Prima non avevamo lavorato nel cinema e non abbiamo fatto nulla di specifico per il film. Abbiamo tagliato i capelli come sempre, “dice.

Ma ha cambiato il modo in cui i capelli venivano percepiti, non solo a Bollywood, ma anche oltre “, Bollywood influenza tutto, e non credo che nessun altro film abbia cambiato i capelli come ha fatto Dil Chahta Hai”, dice Bhabani. “Era quasi come Vidal Sassoon ha rivoluzionato i capelli negli anni ’60”, dice, aggiungendo che l’hairstylist britannico rimane la sua più grande ispirazione.

Sassoon, che ha introdotto acconciature prêt-à-porter come il bob, il taglio a cinque punte e il folletto, non ha solo creato stili, ha offerto emancipazione, non solo da alti alveari, ma dalla domesticità. “Venne in un momento in cui le donne entravano nel posto di lavoro e non avevano più tempo per sprecare i capelli lunghi; era per quello che stavano tagliando fuori “, dice Bhabani.

Sente che ora c’è una sinergia simile in India, “c’è un’acuta consapevolezza dell’empowerment e delle lotte delle donne.

Voglio ottenere ciò che ha fatto a livello globale, qui in India “.

Subscribe to our Newsletter

Fai clic sul pulsante modifica per cambiare questo testo. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Share this post with your friends

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *